mercoledì 25 marzo 2009

Tremante...


Tristezza scivola, sotto bianche lenzuola.
Ho scovato perle profumate sotto al letto.
Le conto mentre canto una nenia,
con il peso lieve dei mie pensieri.

Mi sento piccola, indifesa.
Me no sto tutta tremante,
sbranata dalle mille notti oscure
senza le tue mani.

5 commenti:

  1. Leggero il mio passo davanti alla tua porta,mi fermo e sento il silenzio del tuo cuore-Clochard

    RispondiElimina
  2. Spesso gli squarci di questa tua vita solitaria, ricordano il percorso della mia. Se penso a cosa vuol dire solitudine, ricordo la mia casa nuova, io sposa novella, in quell'ambiente che mai ho sentito mio.
    Mi ricordo seduta sul letto a guardare le distese verdi che mai prima dalla mia finestra avevo visto. E l'odore dei mobili nuovi, del parquet appena lucidato.
    Un alcova creata per me, per farmi sentire a casa, per darmi l'illusione che fuori non c'è nulla che posso agognare, che posso cercare, che tutto è li dentro.
    E ho passato giorni seduta sul letto blu notte a guardare le pareti verde menta della mia nuova stanza.
    E come dice anche Clochard, è facilissimo sentirsi soli anche in mezzo alla gente, anche in mezzo a chi festegga la tua festa, anche essendo colei che dovrebbe gioire.
    Piccola, indifesa, tremante e il mio letto blu notte.

    RispondiElimina
  3. ricordo amaro che lascia qua, che racconti...quasi riesco a vederti in quella stanza. un abbraccio

    RispondiElimina
  4. ho perso le parole per certarti tra le mie mani, sono sempre dalle tue distanti

    RispondiElimina