domenica 29 marzo 2009

Without love


Sono brutta.

Ispiro compassione.

Non faccio altro che elemosinare amore.

Ma è inutile.

Sono diventatauna pezzente che gira per le strade.

Chiedo affetto.

Monetine d’affetto.

Ma non racimolo nemmeno un centesimo.



“ Quando guardo chi è innamorato

Mi chiedo in che cosa ho sbagliato…”

( Antonella Chitò )

10 commenti:

  1. ..questo scritto cade a fagiuolo...probabilmente ogni tanto dovremmo imparare a bastarci di più da soli ed apprezzarci di più.imparare ad amare e rispettare la propria persona-lità.un saluto

    RispondiElimina
  2. OTTIMO BLOG.
    TI HO AGGIUNTO TRA I PREFERITI...
    lORENZO

    RispondiElimina
  3. grazie Lorenzo, si l'ho notato...ci ho provato a visitare il tuo blog, ma il pc non mi permette di farlo, si blocca ogni volta.

    RispondiElimina
  4. bellissimo il tuo blog e quello che scrivi ..le sfumature che ottieni con le foto ..

    RispondiElimina
  5. A volte mi chiedo se il mio essere brutta fuori in qualche modo compensi quello che ho dentro.
    Mi sono sempre detta che è tutto una bilancia, dove si toglie da un'altra parte bisogna mettere.
    E ogni volta che guardo chi ama mi rendo conto che è una condizione che mi manca dentro e di cui, però, rifuggo.

    Non voglio più essere innamorata, ancora chiedo l'elemosina per la tenerezza e le coccole. Ancora mi trovo a dover strappare dalla bocca dell'altro un "ti voglio bene", ancora a stusciarmi come un gatto per chiedere delle coccole, ad aspettare che si addormenti per poter poggiare il mio viso sul suo petto.

    A che serve essere innamorati? Tutta quella mobilità interiore, tutto quello stato di paranoie... Così per lo meno diceva mia madre.

    Non lo so, ma a me manca.

    RispondiElimina
  6. asha, anche io mi dico che non serve a nulla, ma poi mi trovo ad elemosionare. se non proviamo nulla non siamo nulla. un abbraccio forte

    RispondiElimina
  7. Essere innamorati vuol dire essere vivi...Non esserlo è come vivere a metà!

    RispondiElimina