venerdì 18 settembre 2009

Mi piace il tuo corpo


Mi piace il mio corpo quand'è col tuo corpo.

È una cosa tanto nuova.

Muscoli meglio e nervi di più.

mi piace il tuo corpo. mi piace quel che fa,e il come.

mi piace sentir la sua spina dorsale, le sue ossa

e il tremolante-liscio-sodo che bacerò

ancora ancora e ancora

di te mi piace baciare questo e quello,

mi piace, lentamente accarezzare, il folto

elettrico pelo, e quel che viene a carne che si separa...

E occhi grandi briciole d'amore,

e forse mi piace il brivido di sotto me, te così nuova

(Cummings)

11 commenti:

  1. Ma è meravigliosa. Come con nulla, anche noi impariamo ad amarci. Come il nostro corpo può piacerci perchè avvalorato da altro.
    Che stupendo questo pezzo. Lo condivido. Mi sono sentita bellissima, in rarissimi momenti. E questi erano quando avevo davanti il desiderio di due occhi chiusi e delle mani che correvano bramose su di me.
    Si bellissima. Irrimediabilmente.

    RispondiElimina
  2. Lù,ricordi?la trovasti su raminopazzo tempo fa...e mi dicesti che la conoscevi bene!ed eccola...bellissimo sempre rileggerla!così come è bello ritrovare le nostre affinità.
    un abbraccio M.

    RispondiElimina
  3. è il momento in cui anche io mi sono sentita bellissima....un abbraccio asha

    RispondiElimina
  4. si M, ricordo...le nostre affinità ritornano...sono felice che mi leggi anche qui...bacio

    RispondiElimina
  5. si è bellissima...grazie del passaggio

    RispondiElimina
  6. una poesia meravigliosa, lascia la speranza che possa succedere

    RispondiElimina
  7. carnale sessualità e sensualità!

    RispondiElimina
  8. si roberta...è una poesia carnale...

    RispondiElimina
  9. bella anche questa dello stesso autore :
    SAFFO
    Eros ha scosso la mia mente
    come il vento che giù dal monte
    batte sulle querce.
    Dolce madre, non posso più tessere la tela
    domata nel cuore dall'amore di un giovane:
    colpa della soave Afrodite.
    Sei giunta, ti bramavo,
    hai dato ristoro alla mia anima
    bruciante di desiderio.

    Edward Cummings

    RispondiElimina