martedì 3 novembre 2009

Tempo prezioso


Uscirono dalla libreria.Si tenevano per mano, ridendo.Andarono verso il parcheggio.
Salirono in auto. Si guardarono negli occhi. Avevano dentro una luce calda, che
sfavillava intorno.Lui mise in moto. Dove vai ? ,chiese lei.
Mi accosto sotto l’albero, mi levo dal sole.
Sei il mio sole, pensò lei. Ma non lo disse. Non glielo disse.
-Vieni qua, dammi un bacio.-, le disse carezzandole la mano.
Si lasciò andare tra le sue braccia e lo baciò a lungo. Non mi sazio della tua bocca.
Non mi sazio mai.
Restarono stretti come due ragazzini, a baciarsi soltanto.
A bagnarsi le labbra.
A leccarsi.
A mordersi.
Fino a che lei mise la testa sulla sua spalla. E guardarono il cielo azzurro.
Ricordi , tra le nuovole.
Di quando si erano conosciuti anni prima.
Della prima volta che avevano fatto l’amore.
Mi piace, lui disse, che mi facesti aspettare a lungo.
Lei rise. Invece sbagliai. Persi tempo.
Persi solo tempo prezioso, amore mio.

5 commenti:

  1. perfetto: uomo e donna che non avvertono mai le cose alla stessa maniera. è per quello che continuano a cercarsi.

    love, mod

    RispondiElimina
  2. molto interessante da queste parti.
    per questo mi sono segnata come tua lettrice fissa.

    Perdere tempo,per qualcosa di speciale.
    Come in questo caso.
    Ma anche se fosse stato qualcosa di negativo.
    Perdere tempo inutilmente,è anche un lato affascinante dell'uomo.

    RispondiElimina
  3. ma come è che queste cose non mi siccedono mai?.. forse devo venire a Napoli... Ciao Lu. scherzo.

    RispondiElimina
  4. Lontano dagli occhi lontano dal cuore..

    RispondiElimina