domenica 25 luglio 2010

All'orizzonte


Davanti al mare. Persa davanti al mare. Di sera. Una nave sta sparendo all’orizzonte.
Ho parlato con te poco fa. A volte devo fingere. E camuffare la mancanza.
Camuffare un piccolo dolore soffocato. Non posso dire. Non posso. Certe parole sono inutili
da pronunciare. Vorrei essere su quella nave che sta sparendo all’orizzonte. Andare via lontano. Non fare ritorno. Non essere più, per te.

7 commenti:

  1. "la porta è la parte più lunga di un viaggio"... ne sono convinto, ma è a 2 centimetri dalla maniglia che si racchiudono un infinità di pensieri ed emozioni che dopo averli condivisi.. sono difficili da lasciare andare, NON impossibile, ma difficile sì !!

    RispondiElimina
  2. la penso come te, la porta è la cosa più difficile da attraversare, ma ce la si fa...un abbraccio

    RispondiElimina
  3. a volte sì, le PAROLE SONO INUTILI, sono abbastanza daccordo anche con Lorenzo... a me piace usarle ma, mi rendo conto sulla pelle che spesso SONO INUTILI!! succede !!

    ciao..

    RispondiElimina
  4. è vero, spesso le parole sono inutili. a volte bisogna lasciarle riposare, in un cassetto. tirarle foìuori più tardi...più tardi..

    RispondiElimina
  5. E' tutto a partire cara, poi ci pensa la forza d'inerzia. Il post è pieno di emozioni che in parte condivido. Un abbraccio

    RispondiElimina