martedì 17 agosto 2010


Amour vous ne savez ce que c’est que l’absence
Et vous ne savez pas que l’on s’en sent mourir
Chaque heure infiniment augemente la souffrance
Et quand le jour finit on commence à souffrir
Et quand la nuit revient la peine recommence.


Amore non sapete cosa sia l’assenza
E non sapete che ci si sente morire
Ogni ora infinitamente aumenta la sofferenza
E quando finisce il giorno si comincia a soffrire
E quando torna la notte ricomincia la pena.

( G. Apollinaire )

6 commenti:

  1. 'L'amour il n'a jamais, jamais connu de loi.'
    L'amore non ha mai conosciuto legge.

    Quante pene, e quando non le soffriamo, ne abbiamo quasi nostalgia!

    Bizzarra la natura umana, davvero.

    RispondiElimina
  2. l'assenza a volte è tutto ciò che di qualcuno abbiamo mai davvero avuto..

    RispondiElimina
  3. in effetti, quell'assenza è semprecon noi...

    RispondiElimina
  4. Nella solitudine e nell'assenza si assapora tutta l'essenza di ciò che manca. L'ho notato innumerevoli volte su me stessa e mi sono sempre chiesta se c'è uno stato "ottimale" per esser sereni davvero.

    RispondiElimina
  5. forse non c'è, non essite quello stato ottimale...

    RispondiElimina