lunedì 8 novembre 2010

Il rumore della pioggia


Era un pomeriggio piovoso. La stanza era in penombra. L’uomo e la donna erano vicini.
Stretti, persi tra i sospiri. Si regalavano carezze lente e sapienti. La donna era avvolta tra le sue braccia, nuda e piena di brividi che lentamente sparivano nella mani dell’uomo.
- Mi scaldi -, disse lei con un fil di voce.
Cominciò a baciarlo intensamente, con gli occhi chiusi, dimenticano tutto il mondo che pulsava fuori dalla finestra. Cominciò a cibarsi di ogni angolo del suo corpo. A leccarlo.
E a morderlo. Poi s’inginocchiò ai piedi del letto e prese in bocca il suo sesso.
- Come mi piace -, disse tra i baci.
Fece scendere la sua mano sottile tra le gambe. Si toccò, prima piano e poi energicamente.
E quando sentì il piacere arrivare ,con ancora più vigore, succhiò il sesso dell’uomo.
Godendo, con la bocca colma di lui.
L’uomo era disteso sul letto e alzò la testa per guardare il viso della donna scosso dai respiri e
dal piacere. Lei aveva i capelli scompigliati, le labbra leggermente gonfie e una luce febbrile negli occhi. Lui l’afferrò con forza e si avvicinò al suo viso. La baciò e fu come un tremito di calore. Le lingue avide e instancabili, s’intrecciavano.
- Sei stupenda -, disse l’uomo.
La donna si alzò e si fece piccola accanto a lui. Nuda, tutta ranicchiata a lui.
E poi l’uomo disse ancora
- La tua bocca. La tua bocca.
Le carezzò, lieve, le labbra .
- E’ tua -, disse la donna. – E’ solo tua.
Rimasero così, abbracciati nella camera in penombra, senza fare l’amore.
Ascoltando il rumore della pioggia che scendeva sempre più copiosa. Non smisero mai di carezzarsi. Con le mani e con le labbra.
La donna pensò che quello fu un pomeriggio pieno d’amore. Candido e ricco di carezze.
Baci umidi come pioggia. E abbracci profondi come fusione di corpi liberi.

3 commenti:

  1. E poi dicono che le giornate di pioggia sono noiose !!
    in certi casi a me, sembrano molto ricche... per chi scrive, per chi legge e per chi... fà le cose che scrive e/o legge !!
    banalmente ti dico.. Bellissimo Post, complimenti !!

    ciao Lucia.

    RispondiElimina
  2. guarda della pioggia torrenziale di questi giorni su Napoli ( e anche in tutti Italia ) non ne posso più:)))) si potrebbe impiegare il tempo in " cose belle ", ma purtroppo a meè toccato solo scrivere :))))) bacio mauro

    RispondiElimina
  3. ... e a me solo leggere ;-)) !! a presto ciao.

    RispondiElimina