lunedì 27 dicembre 2010

Le dernier tango à Paris


- E tu vuoi che l’uomo che ami ti protegga, che abbia cura di te. Vuoi che questo forte e luminoso guerriero costruisca una fortezza nella quale ti puoi rifugiare in un modo in cui tu non debba mai aver paura, mai sentirti sola, mai sentirti esclusa e questo che cerchi, no ?
- Si.
- Non lo troverai mai.
- L’ho già trovato.
- Non passerà molto che è lui che si costruirà una fortezza per sé, con le tue tette, la tua vagina, il tuo sorriso, il tuo odore, una fortezza in cui si sentirà al sicuro e così stupidamnete virile che vorrà la sua ricompensa sull’altare del suo cazzo.
- Io l’ho trovato quest’uomo !
- No ! tu sei sola, sei tutta sola e non potrai liberarti di questa sensazione di completa solitudine finchè non guarderai la morte in faccia e…poi…neanche…questa non è che una stronzata romantica…finchè non sarai capace di guardare nella morte, nel buco del suo culo, sprofondando in un abisso di paura e allora forse, solamente allora, forse, riusciarai a trovarlo.
- Ma io l’ho già trovto quest’uomo ! Sei tu ! Sei tu quest’uomo !




da “ Ultimo tango a Parigi “

9 commenti:

  1. Mi hai fatto venire la curiosità, mi hai fatto venire voglia di leggere questo libro... grazie!

    RispondiElimina
  2. .. strane le persone eeh!?!... cosa non darebbero per complicarsi la vita tenendo gli occhi chiusi mantre guardano lontano, anche troppo delle volte.

    mega bacio per la super Lucia ;-) !!

    RispondiElimina
  3. Silente guardo tra i tuoi occhi i miei occhi distanti da te un bacio. Proverò a sognarli cosi, semplicemtente.

    Nonostante la censura è sembre stato un cult.
    burro a parte.
    Un bacio
    Maurizio

    RispondiElimina
  4. @ madame bovary - grazie a te, però non è un libro, è un dialogo tratto dal film " ultimo tango a parigi " di bertolucci...bacio

    RispondiElimina
  5. @ mauro - in effetti alle volte siamo bravi a complicarci la vita..più del dovuto..mega abbraccio ricambiato..

    RispondiElimina
  6. @ maurizio - film bellissimo..un vero cult è vero, però guardandolo qualche giorno fa ho scoperto qua e là bei dialoghi e anche cenni di poesia. due solitudini che s'incontrano in quell'appartamentoin rue jules verne...e cercano in qualche modo, una salvezza ..una vita..nella stretta dei corpi. io non amo molto la scena del burro...amo quella inziale. quando lui le strappa le calze e la prende contro il muro. per me è la scena più erotica del cinema..in assoluto..un abbraccio

    RispondiElimina
  7. Un uomo che dice la verità...che getta in faccia la verità...
    Bel film, ma personaggi poco credibili, figli di una "realtà alternativa"

    RispondiElimina
  8. che dice una verità aspra ,alle volte..la usa come violenza, e allora la verità perde tutto il suo pregio..

    RispondiElimina
  9. C'è nei due protagonisti una disperata ricerca di fusione nel fuoco ardente dell'Eros Supremo, per sfuggire, una volta per sempre, alla ripetitività dei gesti della vita, nella quale, tutto, dopo un po', diventa senza gioia.
    cerasia49@gmail.com

    RispondiElimina