domenica 6 febbraio 2011

Non s'impara


Ritrovarsi qui, seduti nel chiaro-scuro di una stanza.
Una stanza vuota. Odiata.
Del resto, ultimamente, odio ogni cosa.
Odio il mondo che scorre fuori da quella porta.
Odio il caos. La maleducazione. L’arrivisimo.
La sottomissione. L’orgoglio. Ma anche la troppa umiltà.
Ora mi fermo. Faccio un bel respiro. Conto i passi di una vita.
Sbaglio. Di continuo. Sbaglio anche nel contare.
Mi sento sospesa. In volo verso nessuna meta.
Non c’è posto, terra,paese, braccia che vogliano accogliermi.
Mi chiedo il perché. E non so darmi risposta.
Mordo granelli di zucchero di canna.
Sento la dolcezza che si riversa nelle vene.
E poi lo sconcerto dettatomi dalla troppa amarezza.
M’inciprio il viso. Guardo nel fondo dei miei occhi.
Lecco le labbra scarlatte. Pronuncio nomi incomprensibili.
Cerco musica nell’anima. Canto. E aspetto.
Sentendo fortemente ogni cosa e nessuna.
Ci sono momenti che vorrei afferrare di nuovo.
Persone che vorrei cancellare dalla mia esistenza.
E altre che pur di rivedere solcherei le montagne.
Eppure…
Non ho abbastanza entusiasmi.
Non posseggo spinte che ardono la meraviglia
notte e giorno.
Dentro, non sono munita di tutte quelle cose
materiali e non che ci vogliono per cotruire una vita,
una casa, una strada.
Col tempo,imparerò, mi dicevo. Ma non è vero.
Non è vero niente. Non s’impara.
Si resta soli. A diventare sempre più cattivi.

9 commenti:

  1. "Si resta soli. A diventare più cattivi"
    No, si resta soli per essere più veri...

    RispondiElimina
  2. mi vedo d'accordo con entrambi... è vero che col tempo si diventa più cattivi, ma è anche vero che ci si sente più veri... e la solitudine è solo un mezzo di trasporto, ma ricordiamoci che il Viaggio lo facciamo noi, e come dicevo recentemente... ovunque andiamo, ci portiamo dietro noi stessi, che ci piaccia oppure no !! però adesso.. tirati su Lù :-) !!

    RispondiElimina
  3. @ monsierur- la solitudine è cosa complicata. bella , per certi versi. e ci rende veri se è scelta o ben vissuta. insomma come ogni cosa ha i suoi pro e contro...

    RispondiElimina
  4. @ mauro- questo è vero...il viaggio è nostro, unico, irripetibile. e alla fine "noi stessi " siamo la cosa più importante...
    tranquillo, oggi sono su !
    ho scritto queste parole qualche giorno fa...ma oggi per fortuna c'è il sole :)))) bacio

    RispondiElimina
  5. "Non c’è posto, terra,paese, braccia che vogliano accogliermi.
    Mi chiedo il perché. E non so darmi risposta."
    sembra che gli altri la sappiano sempre la risposta. E più cerchiamo di capirla, e più ci sembra sbagliato. E' solo un mezzo di trasporto. E' vero!

    RispondiElimina
  6. Ci ripetiamo incessantemente che quella sarà l'ultima volta, non ricapiterà più e, invece no, ricadiamo sempre negli stessi tranelli, nelle stesse trappole, negli stessi errori.
    A presto, buona settimana

    RispondiElimina
  7. @ Gin- si, sembrasempre che gli altri sanno e noi no. ma è solo un'impressione, alla fine , chi prima e chi dopo, proviamo cose simili...un abbraccio

    RispondiElimina
  8. @ madame bovary- purtroppo capita spesso così...buona settimana a te un bacio

    RispondiElimina
  9. eh si. sai io ho passato un bell'annetto di solitudine. ma non perchè non avessi amici, e non solitudine nel senso che non avevo contatti con altra gente. ma proprio solitudine mentale. senza accorgermene mi ero isolata da ogni cosa. menomale che ora è tornato tutto come prima. però ci sono momenti dove stare da soli serve davvero.

    RispondiElimina