martedì 22 febbraio 2011

Nutrimento


Nella gola riarsa
scende il tuo sapore
mille volte sognato.
Mi nutro di te,
della tua vita andata.
Lo faccio con discrezione,
in silenzio e senza domani.
Muta, ma indomabile.
Sola, ma rigogliosa….
eppure…disonesta,
cieca.
Cieca d’amor perduto.

8 commenti:

  1. Non riesco a immaginare casi di anoressia in questo tipo di nutrimento... qua la gente mangerebbe eccome!

    RispondiElimina
  2. La fame va saziata, il prorio vivere dissetato, egoisticamente avvelenati dall' amore, o quel che sembra tale.

    ciao Lucia.....

    RispondiElimina
  3. @ l'adepta - io non concepisco mai l'anoressia :))) il cibo e l'amore solo le cose più belle sulla faccia della terra...

    RispondiElimina
  4. @ mauro- bisogna lasciarsi andare agli eventi e all'istinto..vivere saziandosi, si...il digiuno fa male ! bacio a te

    RispondiElimina
  5. ohmadonnasanta che foto!!!

    love, mod

    RispondiElimina