sabato 8 settembre 2012

Paris


Stavolta a Parigi, mi sono soffermata anche nelle chiese. E ho scoperto che nella chiesa di Saint Roch, Manzoni ritrovò la fede. Bellissima è anche la chiesa si St. Eustache a Chatelet. E a Monmatre, oltre alla basilica del Sacre Coeur, appena si esce dalla metropolitana, c’è una chiesa deliziosa, la chiesa di Saint Jean. Non è grande, eppure dà l’idea di “ spazio “ di “ aria “ di “libertà “. E raramente la libertà la si sente in chiesa.

Al mattino, appena scendo c’è la patisse rie di fronte che fa dei croissant, viennaise, pain au chocolat incredibili. Appena esco dal portone, sento questo odore magnifico. Spesso faccio colazione lì. E non manco mai di comprare una baguette al giorno. O a pranzo o a cena. Mi piace venire da fuori con la busta della spesa e la baguette sotto braccio. Costa 0,90 centesimi. E naturalmente ha un sapore diversissimo da quella che mangiamo in Italia.
Temo che magari questa patisserie-boulangerie chiuda per le congé d’été. Così stavolta chiedo.
- Pardon madame, vous restez ouvert tout le mois de août ?
- oh oui, madame. Tout le mois, tout les jours sauf la dimanche.
- je suis heureuse ! Je suis italienne et j’ai loué un petit studio et je viens ici chaque jour, parce que votre baguette est superbe !
- Merci madame vous etes très gentille ! à demain.
- à demain.
Merci a “ La couleur de blés”.

Nessun commento:

Posta un commento